LA NUOVA FRONTIERA DEL TUO BENESSERE INTIMO

Fotoringiovanimento vaginale;Laser vaginale;

Gynecology Laser Venere è un trattamento laser di ringiovanimento vaginale funzionale basato su uno speciale sistema laser a CO2 che previene e risolve gli effetti del calo estrogenico sui tessuti vaginali, condizioni che si verificano in menopausa e nel post parto, riattivando la produzione di nuovo collagene e ristabilendo le condizioni della mucosa vaginale caratteristiche dell’età fertile.

Gynecology Laser Venere rappresenta la soluzione non chirurgica e non farmacologica più efficace per prevenire e trattare la atrofia vaginale e le sue conseguenze, sintomi di cui soffrono molte donne in menopausa e nel post parto.

COME FUNZIONA

Il laser CO2 agisce con delicatezza sulle pareti della mucosa vaginale stimolando la produzione di nuovo collagene riattivando e ristabilendo, in modo del tutto sicuro e indolore, la corretta funzionalità delle strutture urogenitali coinvolte.

Il processo di rigenerazione tissutale dura diverse settimane, ma la stimolazione è immediata e già dopo il primo trattamento si riscontrano importanti miglioramenti.

Migliorano notevolmente i sintomi come Bruciore, Prurito, Secchezza, Dolore ad urinare, Incontinenza.

Il tessuto della mucosa diventa più nutrito, idratato, l’epitelio si ispessisce e diventa più tonico. Si ristabilisce inoltre il corretto pH vaginale che favorisce il mantenimento della naturale barriera protettiva riducendo i rischi di infezioni.

 

 

Un semplice trattamento assolutamente indolore, della durata di pochi minuti, senza effetti collaterali, che ridona al tessuto la tonicità e l’elasticità proprie dell’ età fertile con conseguenze positive sulla qualità della vita e della  relazione di coppia.

La menopausa è caratterizzata da una serie di sintomi legati alla carenza o diminuzione degli estrogeni.

Quali sono i sintomi?

Inizialmente si hanno sudorazione notturna, vampate di calore e disturbi dell’umore e del sonno che si risolvono nella maggioranza dei casi entro un anno dalla loro comparsa. Successivamente si hanno disturbi conseguenti alla riduzione di spessore della mucosa vaginale (atrofia vaginale) che si aggravano sempre di più col passare degli anni e sono rappresentati da: irritazione vaginale con frequenti episodi di vulvovaginiti (con possibili perdite maleodoranti), secchezza, dolore durante i rapporti sessuali, talvolta con sanguinamenti da lesioni della mucosa vaginale.

Come si possono alleviare i disturbi legati all’atrofia vaginale?

Oggi la più conosciuta è la Terapia Ormonale Sostitutiva (TOS) a base di estrogeni, che deve essere valutata singolarmente perché dagli studi è emerso che nelle pazienti sottoposte a questa cura aumenta il rischio di tumori della mammella. Sono utilizzate anche terapie locali o topiche, come gli ovuli e le creme contenenti estrogeni o fitoestrogeni.

Che cosa è la laser terapia?

È una tecnica innovativa, indolore, senza effetti collaterali e senza controindicazioni perché priva di sostanze che possono creare problemi alla donna. Stimola il trofismo della mucosa vaginale utilizzando uno specifico laser CO2; la mucosa vaginale recupera gran parte del suo spessore e la donna ritrova la condizione ottimale simile a quella antecedente la scomparsa dei cicli mestruali, cioè riacquista il turgore, l’idratazione, non ha più dolore durante i rapporti, migliora la secchezza e il bruciore, diminuiscono infiammazione e disturbi urinari.

Chi può sottoposti alla laser terapia?

La Laser Terapia è un trattamento innocuo adatto a tutte le donne che soffrono di atrofia vaginale, ancor di più alle donne che non possono assumere estrogeni o a quelle che sono state operate per tumori della mammella o dell’apparato genitale. La fascia di età va dai 50 ai 75 anni, ma è molto valido anche per le donne giovani che dopo il parto hanno dolore durante i rapporti.

Quanto dura un trattamento?

Il ciclo comprende 3-4 sedute, con un intervallo di circa un mese l’uno dall’altro e si può ripetere ogni anno. I sintomi migliorano già dopo qualche giorno dal trattamento ed è consigliato l’utilizzo di un idratante locale nei giorni seguenti alla terapia.

Come funziona?

Si applica una sonda direttamente in vagina che, attraverso uno stimolo assolutamente indolore, ristabilisce una appropriata irrorazione ematica e stimola la produzione e il rimodellamento del collagene. Con questi trattamenti si determina un vero e proprio ripristino funzionale della vagina (Laser Vaginal Rejuvenation – Ringiovanimento Vaginale Laser) eliminando i sintomi legati all’Atrofia Vaginale, al rilassamento della pareti e all’incontinenza urinaria.

La Donna avverte dolore durante il trattamento?

Il trattamento laser vaginale è un metodo ambulatoriale indolore e sicuro.

Il trattamento ha controindicazioni?

Oggi il laser vaginale rappresenta un trattamento innovativo, non ormonale, atto a migliorare lo stato delle strutture vaginali, indicato e sicuro anche nelle donne operate per tumori ormono-dipendenti. E’ necessario avere un tampone vaginale negativo ed un Pap Test negativo di data non superiore ad 1 anno.

Quando si hanno i primi risultati?

La rapidità della risposta dipende dalla severità del disturbo iniziale. I risultati sono evidenti già dopo la prima seduta. Circa il 96% delle donne trattate riferisce un effettivo miglioramento della qualità della vita e dei rapporti sessuali.

Vi sono effetti collaterali?

La maggior parte delle donne riferisce leggeri arrossamenti o lievi gonfiori immediatamente successivi alla seduta che solitamente si risolvono in uno o due giorni anche con applicazioni di creme vaginali lenitive. Durante il processo di guarigione è consigliabile evitare i rapporti sessuali, il bagno caldo in vasca e l'esercizio fisico intenso.

Vi sono altre indicazioni oltre l’atrofia vaginale conseguente alla menopausa?

1) Dopo il parto può permanere un rilassamento delle strutture vaginali. La vagina appare dilatata (wide vagina) con una perdita di tono che può alterare i rapporti sessuali. La ginnastica perineale non sempre è efficace. Il laser vaginale, tramite una azione trofica sulle strutture, tende a ripristinare la normale ampiezza della vagina e rinforza l’area immediatamente all’esterno della vagina. Il laser vaginale è quindi indicato quando non vi sia un prolasso notevole dell’utero con un interessamento rilevante delle strutture di sostegno.

2) Incontinenza Urinaria: Il laser vaginale ripristina il collagene e la vascolarizzazione vaginale aumentandone il tono muscolare, la forza e il controllo volontario della muscolatura della vagina. Tramite una nuova sintesi di collagene porta ad un consolidamento delle strutture della vagina e della fascia endopelvica; ne consegue un miglior supporto dell’uretra e della vescica ed un miglioramento dei meccanismi che controllano la continenza urinaria.

Come funziona?

Si applica una sonda direttamente in vagina che, attraverso uno stimolo assolutamente indolore, ristabilisce una appropriata irrorazione ematica e stimola la produzione e il rimodellamento del collagene. Con questi trattamenti si determina un vero e proprio ripristino funzionale della vagina (Laser Vaginal Rejuvenation – Ringiovanimento Vaginale Laser) eliminando i sintomi legati all’Atrofia Vaginale, al rilassamento della pareti e all’incontinenza urinaria.

La Donna avverte dolore durante il trattamento?

Il trattamento laser vaginale è un metodo ambulatoriale indolore e sicuro.

Il trattamento ha controindicazioni?

Oggi il laser vaginale rappresenta un trattamento innovativo, non ormonale, atto a migliorare lo stato delle strutture vaginali, indicato e sicuro anche nelle donne operate per tumori ormono-dipendenti. E’ necessario avere un tampone vaginale negativo ed un Pap Test negativo di data non superiore ad 1 anno.

Quando si hanno i primi risultati?

La rapidità della risposta dipende dalla severità del disturbo iniziale.

I risultati sono evidenti già dopo la prima seduta. Circa il 96% delle donne trattate riferisce un effettivo miglioramento della qualità della vita e dei rapporti sessuali.

Vi sono effetti collaterali?

La maggior parte delle donne riferisce leggeri arrossamenti o lievi gonfiori immediatamente successivi alla seduta che solitamente si risolvono in uno o due giorni anche con applicazioni di creme vaginali lenitive. Durante il processo di guarigione è consigliabile evitare i rapporti sessuali, il bagno caldo in vasca e l'esercizio fisico intenso.

Vi sono altre indicazioni oltre l’atrofia vaginale conseguente alla menopausa?

1) Dopo il parto può permanere un rilassamento delle strutture vaginali. La vagina appare dilatata (wide vagina) con una perdita di tono che può alterare i rapporti sessuali. La ginnastica perineale non sempre è efficace. Il laser vaginale, tramite una azione trofica sulle strutture, tende a ripristinare la normale ampiezza della vagina e rinforza l’area immediatamente all’esterno della vagina. Il laser vaginale è quindi indicato quando non vi sia un prolasso notevole dell’utero con un interessamento rilevante delle strutture di sostegno. 2) Incontinenza Urinaria: Il laser vaginale ripristina il collagene e la vascolarizzazione vaginale aumentandone il tono muscolare, la forza e il controllo volontario della muscolatura della vagina. Tramite una nuova sintesi di collagene porta ad un consolidamento delle strutture della vagina e della fascia endopelvica; ne consegue un miglior supporto dell’uretra e della vescica ed un miglioramento dei meccanismi che controllano la continenza urinaria.

Share by: